Eventi e news

Che cos’è il Novel Food? Mangiare insetti come cibo del futuro, presto anche in Italia

Per affrontare questa tematica all'avanguardia e che già da un po' è motivo di dibattiti, anche accesi, è secondo noi necessario partire dal presupposto che "BELLO NON È NECESSARIAMENTE BUONO E BUONO NON DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE BELLO".

Detto ciò, è possibile sia scrivere che parlare più a cuor leggero di questa nuova tendenza culinaria che sembra essere una soluzione futura (ma non troppo) per stare al passo con la crescente globalizzazione, con la crescente diversità etnica e con la ricerca di nuove fonti di sostanze nutritive.

Microorganismi, larve, gin alla formica: sono solo alcuni dei prodotti che potrebbero rigenerare gli schemi del "novel food", i prodotti alimentari frutto di innovazione tecnologica o tradizioni esterne all’Unione Europea che hanno ottenuto il via libera da Bruxelles per la vendita sul Continente.

Ad oggi, a fare da predecessore in questo settore di Novel Food è stata la Svizzera, in cui si consumano burger e polpette con larve o cavallette.

A gennaio 2018, infatti, entrerà ufficialmente in vigore anche in Italia il regolamento europeo riguardo il cosiddetto "Novel Food", ossia i nuovi alimenti che includono gli insetti, più alcune verdure e spezie inusuali. Con l'approvazione del nuovo regolamento è stata sancita l'ammissione sul mercato di diversi alimenti, alcuni molto particolari quali: grillo e grillo tropicale, locusta africana e americana, tenebrione e tenebrione gigante, tarma della cera, tarma minore della cera e baco da seta: sono concessi solo quelli rigorosamente allevati.

Dal prossimo anno, in Unione Europea, quindi anche in Italia sarà dunque consentito l'allevamento e la commercializzare di molte specie di insetti sia "al naturale" nei supermercati, sia sotto forma di farine, altri derivati e persino in versione chips!

Contatti

Grazie, per averci contattato.
Ti risponderemo al più presto.
È necessario compilare correttamente tutti i campi obbligatori
Top