Eventi e news

Pizza e vino, l’abbinamento perfetto in controtendenza?

Abbiamo già parlato di quella che, per tradizione, è l'accoppiata perfetta, pizza e birra!

Ebbene, sono sempre di più gli appuntamenti che, con un occhio moderno, vedono la pizza in abbinamento al vino e anche Vinitaly, quest'anno, non è stato da meno.

La Pizza, sacro alimento di cui non ci si stanca mai indipendentemente dalla forma e dallo spessore; l'importante è che sia buona e di qualità, risultato di un’ottima lievitazione dell'impasto.

Lievitazione … è dunque possibile tentare di sfatare il mito: la coppia pizza-birra potrebbe non essere quella formalmente più corretta poiché quest'ultima contiene lieviti e rischia di fermentare nello stomaco assieme alla pasta.

Ovviamente, ognuno è libero di bere ciò che più preferisce in abbinamento alla pizza tuttavia, vogliamo provare a suggerirvi qualche vino in grado di esaltare o sposarsi perfettamente col sapore della pizza, alla ricerca dell'equilibrio gustativo.

Con la pizza si apre un vero e proprio mondo vitivinicolo, perché la base della pasta può ospitare una quantità enorme di ingredienti.

Sull'ananas non ci vogliamo pronunciare ma proviamo a fare una breve analisi dividendo il "mondo pizza" in due categorie: pizze a base rossa e quelle a base bianca.

L'ingrediente comune della pizza rossa è chiaramente il pomodoro che tende ad essere acido perciò non si deve accentuare ulteriormente questa sua caratteristica ma nemmeno soffocarla con espressioni troppo cariche di alcol o tannino, quello che "allappa" quando presente in quantità importanti.
Ecco dunque che un vino rosato o un rosso "non aggressivo" risultano essere appaganti sia dal punto di vista gustativo che estetico. 

Quando le cose cominciano a farsi importanti in termini della complessità di ingredienti, possiamo azzardare vini rossi più strutturati, senza sfociare nell’invecchiamento spinto che potrebbe risultare "aggressivo" nei confronti della pizza.

Dulcis in fundo, sempre per le pizze più complesse, abbiamo i classici vini col taglio bordolese, ovvero che propongono principalmente Cabernet Sauvignon "smorzato" con Merlot, Cabernet Franc o altro a seconda di come si vuole "plasmare" il vino. L'importante è puntare sulla qualità.

Le pizze a base bianca fanno grande utilizzo di mozzarella, formaggi e altri latticini, proponendo come caratteristica predominante la tendenza dolce e la grassezza, assieme ad un po' di succulenza provocata.

C'è bisogno quindi di un vino che "pulisca" la bocca grazie ad una buona acidità e freschezza, evitando al contempo i grandi bianchi da invecchiamento, quelli dal tipico colore dorato; in questo caso, a farla da padrone, sono le bollicine, fini e persistenti, che riescono ad equilibrare perfettamente il gusto offerto dalle pizze a base bianca e che ben si sposano soprattutto con la mozzarella!

La pizza bianca è anche un mix di odori in grado di provocare acquolina in bocca ed i vini provenienti dai cosiddetti vitigni aromatici e semi aromatici che si trovano facilmente soprattutto nel nord Italia come Riesling, Sylvaner, Müller-Thurgau, offrono soluzioni interessanti.

Queste sono solo alcune indicazioni; il "gioco" sta nello sperimentare fino a trovare un vino in grado di esaltare il gusto della pizza, facendo godere sia al naso che al palato.

A La Panoramica c'è di che sbizzarrirsi grazie alla corposa carta di vini adeguata e in linea con quello che proponiamo nel nostro menu: il consiglio generale è di mangiare e bere solo prodotti di qualità e, nel caso optaste per una bella birra, andate su qualcosa di fresco e non troppo pesante!

Contatti

Grazie, per averci contattato.
Ti risponderemo al più presto.
È necessario compilare correttamente tutti i campi obbligatori
Top